NUTRIRSI DELLA PAROLA

XVII DOMENICA

Vangelo: 11,1-13

Gesù si trovava in un luogo a pregare: quando ebbe finito, uno dei suoi discepoli gli disse: “Signore, insegnaci a pregare, come anche Giovanni ha insegnato ai suoi discepoli”. Ed egli disse loro: “Quando pregate, ditte: “Padre, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno, dacci ogni giorno il nostro pane quotidiano, e perdona a noi i nostri peccati, anche noi infatti perdoniamo a ogni nostro debitori, e non abbandonarci alla tentazione”.

Poi disse loro: “Se uno di voi ha un amico e a mezza notte va da lui a dirgli: “Amico, prestami tre pani, perchè è giunto da me un amico da un viaggio e non ho nulla da offrirgli”, e se quello dal interno gli risponde: “”Non m’importunare, la porta è già chiusa, io e i miei bambini siamo a letto, non posso alzarmi per darti i pani”, vi dico che, anche si non si alzerà a darglieli perchè è suo amico, al meno per la sua invandenza si alzerà a dargliene quanti gliene occorrono. Ebbene, ìo vi dico, chidette y vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto. perchè chiunque chiede riveve, e chi cerca trova, e a chi bussa sarà aperto (…) 

NUTRIRSI DELLA PAROLAultima modifica: 2010-07-25T11:41:00+00:00da marialuisafsp
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento