DOMENICA

nella_tempesta_full.jpgMaestro,
 non t’importa
che siamo perduti?”
La Parola di Dio Mc.4,35-41)

In quel giorno, venuta la sera, Gesù disse ai suoi discepoli: “Passiamo all’tra riva”. E, congedata la folla, lo presero con sè. così com’era, nella barca. C’erano anche altre barche con lui.

Ci fu una grande tempesta di vento e le onde si rovesciasvano nella barca, tanto che ormai era piena. Egli se ne stava a poppa, sul cuscino, e dormiva. Allora lo svegliarono e gli dissero: “Maestro, non t’importa che siamo perduti?”.

Si destò, minacciò il vento e disse al mare: “Taci, càlmati!“. Il vento cessò e ci fu grande bonaccia. Poi disse loro: “Perchè avete paura? non avete ancora fede?”.

E furono presi da grande timore e si dicevano l’un l’altro: “Chi è dunque costui, che anche il vento e il mare gli obbediscono?”.

La liturgia di questa domenica ci invita a non perdere mai la fiducia in Dio. 

 Guarda il seguente PPS06Lit09.zip

Tu sai, o Signore, che non sempre la barca della nostra vita naviga in acque tranquille. il più delle volte, anzi, è in balia del vento che infuria, del mare che ingrossa. Così, quando ci troviamo ad affrontare croci pesanti, ci sentoamo scoraggiati, e soli. Ci assale l’angoscia, la paura, e come gli apostoli ti diciamo: “Signore, non t’importa che affoghiamo?

Eppure tu sei sempre lì, sia pure in modo velato, nel cuore della tempesta, ad aiutarci, a placare i venti della disperazione, a riportare bonaccia e conforto: la vostra è importante per me. Signore, donaci la fede che ci liberi dai nostri timore e ripetici: calmatevi, ci sono io con voi.  

 

DOMENICAultima modifica: 2009-06-20T18:56:00+00:00da marialuisafsp
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “DOMENICA

Lascia un commento